Il Blog

Rimani sempre aggiornato con le nostre news
Il divario tra intelligenza artificiale e le marketing skills
05 Nov 2018

Il divario tra intelligenza artificiale e le marketing skills

Scritto da Riccardo Brambilla

Ammettiamolo. Il divario delle competenze di marketing si sta allargando. Non perché non ci siano marketer di talento, ma piuttosto perché il panorama della tecnologia per il marketing, grazie all’Intelligenza Artificiale, sta cambiando così velocemente.  

I marketer devono fare rapidamente un salto di qualità per colmare il divario tra il talento umano e le capacità delle nostre tecnologie. 
 

Stiamo usando l’Intelligenza Artificiale, ma non basta. 

Alcune aziende stanno già utilizzando l’intelligenza artificiale nelle loro applicazioni di marketing, in settori come la personalizzazione e il miglioramento dell’esperienza del cliente, la cosiddetta customer experience - CX. Grazie all’intelligenza artificiale e all’accesso di dati in tempo reale, i marketer hanno maggiori possibilità di raggiungere gli obiettivi di fatturato. Secondo uno studio di Forbes aumenterebbe di 1,7 volte la probabilità di raggiungere i propri obiettivi.  

Tutte queste analisi sono molto promettenti ma la realtà purtroppo è un’altra. Molte organizzazioni non sono nemmeno passate all'IA, né tantomeno si sono impegnate nell'evoluzione dei propri dati e capacità di analisi, in modo da poter tenere il passo con la tecnologia. Questo vuoto di abilità potrebbe tornare a perseguitarci se non agiamo rapidamente. 

Negli Stati Uniti, le cose sembrano un po’ più robotizzate. Il 43% dei professionisti del marketing utilizza strumenti basati su IA per scopi come il targeting per pubblico, i consigli sui prodotti e l'ottimizzazione delle campagne. Inoltre, il 64% di coloro che utilizzano l'intelligenza artificiale, ha in programma di utilizzare più machine learning e altre capacità di intelligenza artificiale nel prossimo anno. Tutto ciò suona almeno promettente.

Utilizzo Intelligenza Artificiale

Non è che il 94% dei marketer non crede che l’intelligenza artificiale sia una soluzione alle loro problematiche di analisi e comparazione dei dati in tempo reale, ma è dovuto a un gap tra le capacità dei marketer stessi e il continuo avanzamento tecnologico che sta avvenendo.

Qual è la soluzione? 

L’idea è quella che i marketer inizino a coltivare, utilizzare e interpretare l’apprendimento automatico e gli strumenti di intelligenza artificiale senza avere le basi per crearli e/o programmarli attraverso una maggiore informazione interna per aiutare gli attuali dipendenti a sfruttare al meglio le applicazioni e le piattaforme basate su IA. In questo modo i team di marketing possono ridurre il divario di competenze.

È ora di migliorare l’industria del marketing e scoprire fino a che punto possiamo davvero andare con la tecnologia di oggi.